LOADING

Type to search

Bernocchi nella stampa italiana (2000-2018)

ARTICOLI del 2015

Share

INTERVISTA
Orizzonte scuola 29/01
MANIFESTAZIONE ROMA, UN CORTEO DI 30 MILA ANIME
Redazione Dazebao News 26/02
LA PIAZZA DI SABATO E UN PASSATO
di Lanfranco Pace Il Foglio 3/03
BENICOMUNISMO E OLTRE
di Pippo Gurrieri, Rivista Anarchica  /03-04
COBAS: IL 10 PROTESTA
di Reginaldo Palermo, Tecnica della Scuola 4/03
SCUOLA, RENZI VUOLE FREGARE I PRECARI
Redazione Dazebao News 4/03
IN ATTESA DEI RISULTATI
di Alessandro Giuliani Tecnica della Scuola  8/03
COBAS: TRE GIORNI DI SCIOPERI
di Reginaldo Palermo Tecnica della Scuola  15/03
MODERATI, ARRABBIATI
di Mattia Feltri  La Stampa, 16/03
11 FIRME PER RICOSTRUIRE LA DEMOCRAZIA
di Roberto Ciccarelli Il Manifesto 10/03
RIFORMA BUONA SCUOLA
di Alessandro Giuliani Tecnica della Scuola 21/04
PRESIDI ASTUTI BOICOTTANO
di Alessandro Giuliani Tecnica della Scuola  23/04
I TEST INVALSI SLITTANO
Redazione Aska News  27/04
I SINDACATI AL MIUR di Ro.Ci.
Il Manifesto 29/04
COBAS, IL 12 MAGGIO
di Redazione Tuttoscuola  8/05
DDL,TUTTI IN PIAZZA
di Alessandro Giuliani, Tecnica della Scuola 11/05
UNO STUDENTE SU QUATTRO di Ro.Ci.,
Il Manifesto 12/05
I TEST DI VALUTAZIONE BOICOTTATI
di Salvo Intravaia La Repubblica 13/05
SCUOLA E’ ROTTURA
di Claudio Marincola Il Messaggero 13/05
LA PRESIDE BOSCHI CHIUDE
di Salvatore Cannavò Il Fatto Quotidiano 13/05
COBAS RILANCIANO
Orizzonte Scuola 14/05
SCUOLA SENZA PACE
di Redazione Corriere della Sera.it 15/05
SCIOPERO SCRUTINI
di Monia Mano Il Manifesto.it 15/05
RIFORMA, CONTINUA LA PROTESTA
Orizzonte Scuola 15/05
DDL, APPELLO DEI COBAS
di Alessandro Giuliani Tecnica della Scuola 15/05
BLOCCO SCRUTINI, DOCENTI…
di Ro. Ci. Il Manifesto 15/05
IL SOSPETTO DEL PREMIER…
di Francesco Bei La Repubblica.it  16/05
BERNOCCHI, MANIFESTIAMO CONTRO IL GOVERNO…
di Massimo Franchi Il Manifesto 16/05
SCUOLA, LA SFIDA COBAS…
di Massimiliano Coccia Il Mattino 17/05
IL NASCONDINO DEI SINDACATI…
di Dario Di Vico Il Corriere della Sera  17/05
I COBAS VOGLIONO BLOCCARE…
di Natalia Poggi Il Tempo 17/05
BASTA UN PROF. PER BLOCCARE UNA CLASSE
di Fabrizio Caccia Il Corriere della Sera 17/05
I COBAS NON CEDONO
di Pier Francesco Borgia Il Giornale 17/05
LA LOTTA DEL CONTESTATORE FUORI CORSO
di Fabrizio Roncone Il Corriere della Sera 18/05
E’ RIMASTO SOLO BERNOCCHI. PER FORTUNA C’E’ B.
di Piero Sansonetti Il Garantista 19/05
LA SCUOLA E IL PRESIDE-PADRONE
di Fabrizio Roncone Il Corriere della Sera-Io Donna 6/06
RENZI STAI SERENO
di Claudia Voltaterri Il Corriere della Sera 6/06
BERNOCCHI>: BLOCCO SCRUTINI
Agenzia ANSA  8/06
DAL FRONTE DEGLI SCRUTINI
Il Manifesto 10/06
DDL: MANIFESTAZIONI IL 17 GIUGNO
di Alessandro Giuliani Tecnica della Scuola 12/06
BERNOCCHI, L’AGITATORE PALLIDO
di Guido Quaranta L’Espresso 18/06
MARTEDI COBAS IN PIAZZA
Redazione ASKA News 20/06
FUORI IL PD DALLA SCUOLA
di Roberto Ciccarelli Il Manifesto 26/06
ANCHE LA SCUOLA GRIDA
di Roberto Ciccarelli Il Manifesto  8/07
BOICOTTIAMO QUESTA LEGGE DAPPERTUTTO
di Piero Bernocchi Il Garantista  10/07
NO ALLA RIFORMA, APPELLO…
di Alessandro Giuliani Tecnica della Scuola 19/09
GIANNINI CONTRO I SINDACATI…
di Roberto Ciccarelli Il Manifesto 13/11
SCIOPERO I SINDACATI CANTANO VITTORIA…
di Alessandro Giuliani Tecnica della scuola  13/11

18 gennaio   Inizia con l’Assemblea nazionale la campagna COBAS per le elezioni RSU della scuola.

11 febbraio   La Massari Edizioni pubblica l’ultimo libro di Piero Bernocchi “Oltre il capitalismo”. E’ il seguito ideale del volume del 2012 “Benicomunismo” ed è accompagnato da 17 saggi di autori diversi che valutano e discutono sul testo precedente. Le presentazioni del libro in giro per l’Italia inizieranno in Sardegna il 10 marzo e andranno avanti fino a novembre.

28 febbraio   In occasione del comizio di Matteo Salvini, a Roma viene organizzato un corteo di protesta da parte di un cartello di forze con una significativa presenza dei COBAS che gestiscono la lunga trattativa con la questura. Contrariamente alle previsioni allarmate dei mass media, il corteo di 30 mila persone si svolge nella massima tranquillità e senza incidenti di sorta e si conclude al Colosseo. Con Salvini a P. del Popolo le presenze non vanno oltre le 5 mila

7 marzo  Buoni risultati dei COBAS nelle elezioni RSU della Scuola con un significativo avanzamento nel numero delle liste presentate, dei voti ottenuti e delle RSU elette.

18 marzo   Micidiale attentato a Tunisi del terrorismo islamico con un massacro di turisti alla vigilia del Forum Sociale Mondiale, che deve iniziare la settimana successiva. Intensa discussione tra i COBAS e le altre organizzazioni italiane e internazionali a proposito della partecipazione al FSM. Alla fine l’accordo generale è di essere presenti ugualmente, pur con una forte richiesta di un vistoso incremento delle misure di sicurezza rispetto a quanto messo in campo in precedenza.

25-29 marzo  Malgrado il tremendo attentato del 18 marzo, il Forum Sociale Mondiale si svolge regolarmente a Tunisi con una buona partecipazione dall’Africa e dall’Europa, soprattutto. Molta polizia e controlli diffusi, ma l’atmosfera è tranquilla, disturbata casomai dal brutto tempo che ridimensiona di molto ad esempio la manifestazione di apertura, non più di 5 mila persone sotto una pioggia battente. I COBAS danno un contributo importante nei seminari in difesa del popolo curdo, in quelli sulla strategia del FSM e sulla scuola e l’educazione. Forte polemica di Bernocchi sull’immobilismo strategico del gruppo dirigente del Consiglio Internazionale e sulla ripetitività del FSM come semplice evento “una tantum”. Poco partecipata la manifestazione finale in favore della Palestina, attraversata da dissidi e polemiche, con in piazza non più di 3-4 mila persone.

5 maggio   Sciopero generale di tutti i principali sindacati della scuola contro la legge di riforma della scuola del governo Renzi (la cosiddetta “buona scuola) in via di approvazione alle Camere.

E’ assai probabilmente lo sciopero più partecipato di sempre nella scuola, secondo il MIUR ha scioperato il 65% dei docenti ed ATA. Cgil, Cisl e Uil manifestano a P. del Popolo, 20 mila in piazza, 4 mila in corteo con i COBAS dal MIUR al Parlamento. Altre 9 manifestazioni regionali COBAS con circa 20 mila manifestanti in tutto.

12 maggio   Sciopero contro i quiz Invalsi alle Superiori indetto dai COBAS e da varie organizzazioni studentesche. Salta almeno il 25% delle prove e i mass media danno molto rilievo al successo della mobilitazione COBAS: Incontro a Palazzo Chigi tra le delegazioni dei 6 principali sindacati-scuola e vivace scontro polemico tra Bernocchi e la ministra Boschi.

19-20 maggio   Due giorni di manifestazioni unitarie dei 6 sindacati a Montecitorio, durante le votazioni del Ddl “Buona scuola”. Gli interventi dal palco di Bernocchi, a nome dei COBAS, sono di gran lunga i più applauditi e apprezzati; in particolare viene approvata coralmente la proposta di sciopero degli scrutini contro la legge.

1 giugno    Alle elezioni regionali il PD perde complessivamente due milioni di voti, anche se vince in 5 regioni su 7. La valutazione generale dei commentatori politici è che il conflitto-scuola abbia molto influito sulla vistosa riduzione dei voti PD.

8 giugno   Partono dall’Emilia gli scioperi regionali per il blocco degli scrutini, promossi dai COBAS ma ai quali si sono aggregati anche i 5 sindacati “rappresentativi”, aumentando il numero di giorni di sciopero usualmente consentiti dalle legge 146 fino a 4 giorni di media. Almeno l’80% degli scrutini viene così bloccato per almeno 4 giorni in gran parte delle scuole.

11 giugno   Il MIUR comunica i risultati delle elezioni nazionali per il Consiglio Superiore Pubblica Istruzione: i COBAS superano agevolmente la fatidica quota del 5%, ottenendo un 5,5% che li colloca a ridosso della Gilda (6.5%) e prima dell’Anief (4,9%).

17 giugno   Sit-in unitario dei sindacati scuola contro la legge “Buona scuola” a Piazza del Pantheon a Roma in coincidenza con la discussione al Senato della legge. Dai mass media viene presentata come manifestazione COBAS.

23-25 giugno    Mobilitazione permanente sostenuta soprattutto da Flc e COBAS contro la legge “buona scuola” in discussione al Senato. In particolare il 25, per il voto finale al Senato, corteo fino a S. Andrea della Valle (a 100 metri dall’ingresso del Senato) e sit-in di circa 2000 docenti ed ATA. Passa la fiducia alla legge, 4 senatori del PD non la votano uscendo dall’aula ma non esplicitando il NO. Uno di essi, Corradino Mineo, arriva tra i manifestanti ma viene contestato duramente. Bernocchi lo “scorta” fuori dalla piazza, pressato da alcune centinaia di manifestanti furiosi e lo mette “in sicurezza” dietro i cordoni di polizia.

24 ottobre    Manifestazioni unitarie con i “rappresentativi” e i COBAS, senza sciopero, solo in tre città, Roma, Cagliari e Bologna. A Roma i COBAS riescono a superare il blocco che la polizia voleva esercitare in Via dei Fori Imperiali e guidano il corteo fino a P. SS. Apostoli.

13 novembre   Sciopero generale della scuola contro la legge 107 (“Buona scuola”) indetto da COBAS e Anief con manifestazione nazionale a Roma, alla quale partecipano anche un migliaio di studenti. Il corteo dal MIUR al Parlamento viene autorizzato in piazza. Cinquemila manifestanti concludono con i comizi degli organizzatori l’iniziativa al Parlamento. Cortei di studenti e docenti anche in altre città.

14 novembre   Con il Convegno CESP sul libro di Bernocchi “Oltre il capitalismo”, ricco di ospiti e di una ventina di interventi degli autori dei saggi inclusi nel volume, si conclude la presentazione itinerante del libro, durata dieci mesi.

Previous Article
Next Article

Next Up